Un ospite dagli USA: Malcolm Tiki Shewan

Abbiamo avuto il piacere di ospitare presso il nostro dojo, nelle sedi di Feletto Umberto (UD) e Monfalcone (GO), Malcolm Tiki Shewan, grande maestro di Aikido e Iaido, per due lezioni alle quali hanno partecipato diversi praticanti di Aikido della regione.

Malcolm Tiki Shewan è nato il 19 maggio 1951 a Somerville N.J., U.S.A.

Ha cominciato lo studio della scherma quando aveva 6 anni. All’età di 8 anni, suo padre lo iscrisse ai corsi di Judo al Budokwai di Londra.

Nel 1961 abbandonò lo Judo e si dedicò alla scherma sotto la direzione del Maestro Fredick Rhodes,  considerato uno degli schermitori più eccellenti d’Europa.

Fu alla Rhodes Accademy che M.T. Shewan per la prima volta  iniziò lo studio dello IAI, l’arte dell’estrazione e taglio con la spada giapponese. Le sue prime lezioni dell’arte gli sono state impartite Reverendo Khan, che era un prete buddista al Tempio Zen di New York ed un abile insegnante di Kendo ed Iaido nello stile del Muso Jikiden Eishin Ryu. Il Reverendo Khan, a quel tempo, teneva regolari lezioni alla Rhodes Accademy.

A età di 17 anni ha cominciato lo studio dello IAI con Otani Yoshiteru Sensei, un insegnante di Tenshin Sho Jigen Ryu E Muso Shinden Ryu.

Nondimeno il suo interesse per la Spada Giapponese era nato ben prima di questo periodo e, in fatti, risale alla sua infanzia. Suo padre, un celebre collezionista di armi e molto versato nella storia della guerra, come anche della manifattura di armi e armature in genere, aveva coltivato l’interesse di suo figlio per la Spada Giapponese.

Egli frequentò lezioni e conferenze tenute a partire circa dal 1970 da Usui Bumpei Sensei, un estimatore competente di Nippon-to, al Tempio Zen di New York.

A 18 anni si diplomò alla Portsmouth Priory e si trasferì per i suoi studi universitari di Lingue Moderne in Europa. Ha continuato i suoi studi di scherma sotto la direzione del Maestro Bela Imregy all’Università di Oxford, e di IAI ogni qualvolta ritornava a casa negli Stati Uniti.

All’età di 19 anni, i suoi studi lo portarono a Losanna in Svizzera e lì incominciò lo studio dell’ Aikido alla Lausanne Aikikai con J.M. Burnier E D. Brunner. Poco tempo dopo incontrò Tamura Nobuyoshi Shihan.

Nei ricordi di M.Tiki Shewan, questo incontro rappresenta un punto di svolta nella sua vita. Abbandonò la scherma e dedicò tutto se stesso allo studio dell’Aikido con il Maestro Tamura, come altre Discipline Marziali giapponesi sotto insegnanti vari.

Da questo periodo (1970) in avanti, egli ha dedicato 4- 6 ore quotidiane alla pratica di Aikido e Budo fino a 1981, quando si recò in Giappone approfondire questi studi.

Nel 1972 ha guadagnato il titolo di Shodan (1° Dan) di Aikido .

Nel 1973 il Sig. Pierre Chassang gli ha offerto un posto d’insegnamento all’Aiki Club di Cannes in Francia. Onorato da questa proposta, ha lasciato la Svizzera per venire a vivere a Cannes. Questo spostamento gli ha offerto la possibilità lavorare più intensivamente sotto la direzione di Tamura Sensei, che vive anch’egli nella zona.

Nel 1974 gli è stata data l’autorizzazione all’insegnamento Fukushido-In . Gli è stata data anche la responsabilità di Consulente Tecnico Regionale (DTR) nell’U.N.A.  (Union Nationale d’Aikido) in particolare per  le regioni Midi-Pyrennees e Costa Azzurra. A tutt’oggi continua a rivestire questo ruolo tecnico-consultivo all’interno della Federazione Francese d’Aikido (FFAB).

Nel 1975 gli è stato conferito Nidan (2° Dan) di Aikido.

Fu pure nel 1975, mentre si trovava negli U.S.A., che ha incontrato e ha lavorato intensamente con Mitsuzuka Takeshi Shihan. Durante questo periodo si dedicò a perfezionare i suoi studi di MUSO Shinden Ryu Iai e ha cominciato il suo studio di Shindo Muso Ryu Jodo.

Più avanti, considerata la sua conoscenza delle lingue, giapponese incluso, M.Tiki Shewan anche ha giocato un ruolo attivo nella Federazione Europea di Aikido (E.A.F. – F.E.A.) durante i suoi primi anni.

Nel 1975 il Dosshu Kisshomaru Ueshiba è stato invitato dall’E.A.F. a fare un giro di Europa durante il quale Malcom Tiki Shewan accompagnava la delegazione e fungeva da Uke per il Dosshu durante la maggior parte delle sue dimostrazioni del europee. Al termine del giro il Dosshu partecipò all’assemblea che vide la fondazione della Federazione Internazionale d’Aikido I.A.F. e M. Tiki Shewan partecipò attivamente alle fasi iniziali dell’attività dell’IAF come traduttore.

Nel 1977 Mitsuzuka Sensei venne in Francia su invito di Tamura Sensei e dell’E.A.F. per una serie di seminari riguardanti sia Iaido che Jodo, per un periodo di 2 mesi. Questa visita portò alla creazione della Federazione Nazionale di Iaido e della Federazione Europea di Iaido ed ha giocato un ruolo importante nello sviluppo di questa disciplina in Francia ed in Europa.

Il suo continuo interesse nella pratica della scherma giapponese e per di più l’enorme esperienza pratica acquisita attraverso numerosi e intensivi corsi d’addestramento sotto la direzione d’insegnanti quali Mitsuzuka Sensei, Nakazono Sensei, Chiba Sensei, Tada Sensei, Tamura Sensei, Draeger Sensei, Kaminoda Sensei, Arikawa Sensei e altri, hanno raffinato e consolidato la sua pratica con armi (Tanto, Jo, Iai e Ken) come altrettanto le tecniche a mani nude in Aikido. In questo modo ha sviluppato una visione d’insieme straordinaria che integra tutte delle discipline che ora ha studiato in una visione generale per il pratica del Budo.

Nel 1979 ha ricevuto il Sandan (3° Dan) di Akido, diventando così il più giovane consulente tecnico della federazione a ricevere questo grado.

Ma la sua profonda conoscenza della forgiatura e lucidatura della Spada giapponese gli è stata insegnata da Wakita Ryosui Shissho durante una lunga visita in Europa e durante il soggiorno di M. Tiki Shewan in Giappone in 1981, dove ha studiato come apprendista costruttore di spade.

Per 15 mesi ha studiato gli antichi metodi precedenti il periodo Edo (1600), che i costruttori di spade giapponesi usavano per creare le magnifiche armi del periodo Koto.

Wakita Shissho ha avuto la manutenzione della sua fucina nella regione isolata montuosa di Nagano-Ken ed era qui che Shewan ha dedicato tutto il suo tempo alla cultura e su come costruire piccoli forni da fucina.

Studi paralleli hanno sulla lucidatura della Spada, le Tecniche di Tsuba. la creazione di foderi e altre arti come: la creazione di armi di legno bokken, ceramiche e falegnameria.

Questo viaggio gli ha permesso di visitare numerose scuole di spada classica che raramente aprono la loro porta a visitatori stranieri. Grazie alla presentazione di Donn F. Draeger, Shewan poteva visitare Scuole come: Tenshin Shoden Katori Ryu scintoista, Jikishin Kage Ryu, Yagyu Shinkage, Tendo Ryu, Kashima Ryu scintoista, Tatsumi Ryu, Maniwa Nen Ryu, Itto Ryu, Ogasawara Ryu, Masaki Ryu. Durante questo tempo ha continuato il suo studio di Iai, Jodo ed Aikido.

Nell’ 1982 sul suo ritorno dal Giappone Shewan ha fondato il G.R.M.T. – Gruppo per la Ricerca in Metallurgia Tradizionale- per poter continuare ed elaborare lo studio delle tecniche della fucinatura che aveva imparato durante il suo apprendistato.

1982 Sig. Shewan riceve Aikido Yondan (4th Dan).

Malcolm Shewan è un membro del Bladesmith American Society il cui Presidente, fondatore  e Mastersmith è Guglielmo F. Moran.

Sig. Moran è responsabile della riscoperta  delle antiche tecniche di creazione dell’acciaio Damascus.

In questo periodo Shewan ha trascorso un anno nell’U.S. per lavorare solo sulle tecniche della fucinatura.

Visita il più possibile Bill Moran per imparare le tecniche  Damascus.

Il primo evento che è stato organizzato dal G.R.M.T. in collaborazione col Museo del Ferro a Vallorbe, (Svizzera), era un corso in finitura Damascus e fucinatura a mano impartito da Guglielmo F. Moran ed i partecipanti erano numerosi, in gran parte, lavoratori del metallo esperti.

Grazie ai suoi contatti Shewan poteva lavorare in collaborazione col Laboratorio dei Metalli e Museo del Ferro di Nancy nel campo di Paleo metallurgia particolarmente in relazione alla riscoperta di tecniche metallurgiche del periodo gallo-romano. E nella fucina che ha creato in Villefranche   Rouergue, i membri del Gruppo hanno partecipato nella creazione di coltelli in stile gallo-romano da lingotti antichi forniti dal Laboratorio dei Metalli.

Questa cooperazione ha dato la nascita nel 1988 all’organizzazione di un evento significativo: l’invito a 4 fabbri giapponesi  di venire in Francia per produrre la prima spada giapponese su suolo europeo ottenuta da minerale metallico europeo.

L’evento risulta in un gran successo e l’osservazione dei metodi tradizionali giapponesi ha influenzato molti creatori di coltelli europei.

Nel 1982 M.T. Shewan è stato nominato Responsable Tecnico Nazionale (RTN) nella Federazione Francese Libera d’Aikido e Budo (F.F.L.A.B.), Aikikai di Francia.

Nel 1983 Shewan ha scritto il suo primo libro sul Budo intitolato “Iaido- L’Arte della Spada Giapponese” e ha venduto 5.000 copie nella lingua francese.

Nel 1984 attivo nell’insegnamento dell’Aikido riceve promozione a Aikido Godan (5th Dan).

Nel 1988 riceve il Diploma d’educatore di stato di 1 Grado ed a fine d’anno è stato promosso Rokudan (6th Dan).

Nel 1988 è ritornato ancora una volta in Giappone per il suo studio e, al termine dell’anno che ha celebrato il suo matrimonio.

Nel 1989 ha ricevuto il Diploma d’educatore di stato di 2º Grado ed è divenuto il padre di gemelli.

Shewan continua partecipare attivamente nell’insegnamento di Aikido ATN tanto (CEN) del FFAB, Membro del Direttorio del FFAB (1992-1997), capo della Commissione per le Relazioni esterne responsabile per la Formazione delle Giurie (1992-1997) con Toshiro Suga e Rene Trognon.

Assicura anche l’Asse Tecnico Consultivo dell’Iai europeo Federazione con Pascal Krieger e Rene Vandroogenbroek.

Oggi, Shewan continua  il suo studio personale del Budo, dà seminari in collaborazione con altri che hanno scopi simili, come Pascal Krieger, Rene Vandroogenbroek, Rene Trognon, Toshiro Suga, Jaff Raji, Dominique Pierre, Floreal Perez ed altri amici.

Ha la mantenuto il suo interesse nella metallurgia antica e lavora a su un libro che tratta la pratica del budo giapponese dal punto di vista d’osservazione di un’occidentale.

Il suo passatempo favorito è la Pesca alla Mosca e regolarmente pubblica articoli su questo soggetto in Europa ed in periodici americani. E anche l’autore di un libro popolare su “Pesca Pratica ” in lingua francese.

Lascia un commento